Regolamento

REGOLAMENTO

 

Contenuti

- Prezzi e consegna della merce

- Recesso dal contratto

- Richieste di offerta

- Modalità di pagamento

- Tariffe di spedizione

- Spedizione all’ estero

- Recesso dal contratto

- Restituzioni – recesso dal contratto

 

Il vecchio regolamento del negozio valido fino al 25 dicembre 2014 ->

 

La conclusione del contratto tra l’ Acquirente e il Venditore può essere effettuata in due modi.

L’ Acquirente ha il diritto di trattare ogni punto del contratto con il Venditore, compresi quelli che cambiano le decisioni di questo regolamento. Le trattative dovrebbero essere condotte in forma scritta e indirizzate al Venditore (SOXO, OTO Sebastian Maruczyński, ul. Smolna 1A, 81-877 Sopot).

In caso l’ Acquirente rinunciasse alla possibilità di redigere un contratto individuale, vige questo regolamento e altre leggi adatte.

 

REGOLAMENTO

 

§1 Definizioni

 

Indirizzo postale – nome e cognome o nome dell’ istituzione, posizione nella località (se la località è divisa in vie: via, numero di edificio, numero di appartamento o locale; se la località non è divisa in vie: nome della località e numero di edificio), codice postale, località.

Indirizzo reclami:

OTO Sebastian Maruczyński

ul. Smolna 1 A

81-877 Sopot

Listino prezzi consegna – si trova sul sito http://soxo.pl/Koszty-i-formy-dostawy-cterms-pol-18.html e contiene tipi di consegna disponibili e i loro prezzi.

Dati di contatto:

OTO Sebastian Maruczyński

ul. Smolna 1 A

81-877 Sopot

e-mail: sklep@soxo.pl

telefon: +48 (58) 343-24-06

Consegna – tipo di servizio di trasporto con la specificazione del trasportatore e il costo presente nel listino prezzi consegna sul sito http://soxo.pl/Koszty-i-formy-dostawy-cterms-pol-18.html

Prova d’ acquisto – fattura, conto o scontrino emesso secondo la Legge sulla tassa sui beni e servizi dell’ 11 marzo 2004 con successive modifiche e altre leggi adatte.

Scheda prodotto – una singola sottopagina del negozio che contiene informazioni su un singolo prodotto.

Cliente – persona fisica maggiorenne, con piena capacità giuridica, persona giuridica o unità organizzativa senza personalità giuridica ma con capacità giuridica che fa dal Venditore acquisti direttamente legati alla sua attività economica o professionale.

Codice civile – Legge codice civile del 23 aprile 1964 con successive modifiche.

Codice di buona pratica – norme di comportamento, in particolare norme etiche e professionali, di cui all’ art. 2, n. 5 della Legge sul contrasto contro le pratiche commerciali disoneste del 23 agosto 2007 con successive modifiche.

Consumatore - persona fisica maggiorenne, con piena capacità giuridica che fa dal Venditore acquisti non legati direttamente alla sua attività economica o professionale.

Cestino – elenco di prodotti offerti dal negozio, composto in base alla scelta dell’ Acquirente.

Acquirente – sia Consumatore che Cliente.

Posto di rilascio merce – indirizzo postale o punto di raccolta specificato dall’ Acquirente nell’ ordine.

Momento di rilascio merce – il momento nel quale l’ Acquirente, o una persona terza da lui indicata, prende possesso della merce.

Pagamento – modalità di pagamento per l’ oggetto del contratto e la consegna, precisata all’ indirizzo http://soxo.pl/Formy-platnosci-cterms-pol-27.html

Diritti dei consumatori – Legge sui diritti dei consumatori del 30 maggio 2014.

Prodotto – minima, indivisibile quantità di merci, che può essere oggetto dell’ ordine, ed è usata nel negozio del Venditore come unità di misura nella determinazione del suo prezzo (prezzo/unità).

Oggetto del contratto – i prodotti e la consegna che sono oggetto del contratto.

Oggetto delle prestazioni – oggetto del contratto.

Punto di raccolta – il punto di rilascio merce che non è un indirizzo postale, presente nell’ elenco dato dal Venditore nel negozio.

Merce – una merce mobile, che può essere o è oggetto del contratto.

Negozio – sito web disponibile all’ indirizzo SOXO.pl, attraverso il quale l’ Acquirente può fare un ordine.

Venditore:

OTO Sebastian Maruczyński

ul. Smolna 1 A

81-877 Sopot

NIP: 584-000-20-15, REGON: 190179141, GIODO: 151473

registrato e evidente nel registro CEIDG all’ indirizzo: https://prod.ceidg.gov.pl/CEIDG/ceidg.public.ui/SearchDetails.aspx?Id=c1b1ab34-45f0-4285-be74-232ca524f3b6

CONTO BANCARIO:

PLN - 94 1750 1325 0000 0000 1265 2232

Sistema – gruppo di apparecchi informatici e software che cooperano, rendendo possibile il trattamento, stoccaggio, spedizione e ricevimento di dati tramite reti di telecomunicazione utilizzando un apparecchio finale adatto per il dato tipo di rete, comunemente definito Internet.

Termine di realizzazione - numero di ore o giorni lavorativi indicato nella scheda prodotto.

Contratto – contratto concluso fuori dal locale dell’ imprenditore o a distanza di cui all’ art. 535 della Legge codice civile del giorno 23 aprile 1964 rispetto ai Compratori.

Difetto – sia difetto fisico che difetto legale.

Difetto fisico – discrepanza tra la merce venduta e il contratto, soprattutto se la merce:

non ha le caratteristiche che una merce di quel tipo dovrebbe avere prendendo in considerazione lo scopo segnato nel contratto oppure risultante dalle circostanze o dalla destinazione;

non ha la caratteristicha della cui esistenza il Venditore ha assicurato il Consumatore;

non è adatta allo scopo del quale il Consumatore ha informato il Venditore durante la conclusione del contratto e il Venditore non ha sollevato obiezioni per una tale destinazione della merce;

è stata rilasciata al Consumatore in stato non completo;

in caso di installazione e avviamento scorretto, se queste azioni sono state fatte dal Venditore o una persona terza, per la quale il Venditore si assume la responsabilità, oppure dal Consumatore che ha seguito le istruzioni ottenute dal Venditore;

non possiede le caratteristiche assicurate dal produttore, da un suo rappresentante, da una persona che immette la merce sul mercato nell’ ambito della sua attività economica oppure da una persona che mettendo sulla merce venduta il suo nome, marchio o un altro segno distintivo si presenta come produttore, a meno che il Venditore non abbia saputo di queste assicurazioni o, valutando ragionevolmente, non aveva potuto saperne o non potevano influenzare la decisione del Consumatore per concludere il contratto, oppure se il loro contenuto è stato rettificato prima di concludere il contratto.

Difetto legale – situazione nella quale la merce che è stata venduta appartiene a una persona terza, oppure è gravata con un diritto di una persona terza e anche se la limitazione nel disporre o nell’ uso della merce deriva da una decisione o giudizio di un’ autorità competente.

Ordine – dichiarazione di volontà dell’ Acquirente fatta tramite il negozio che specifica chiaramente: tipo e quantità di prodotti; tipo di consegna; tipo di pagamento; posto di rilascio merce; dati dell’ Acquirente e porta direttamente alla conclusione del contratto tra l’ Acquirente e il Venditore.

 

§2 Condizioni generali

 

Il contratto è concluso in polacco, secondo la legge polacca e il presente regolamento.

Il punto di rilascio merce deve trovarsi sul territorio della Repubblica Polacca.

Il Venditore è obbligato e si obbliga a fornire servizi e consegnare merce senza difetti.

Tutti i prezzi dati dal Venditore sono in valuta polacca e sono prezzi brutto (contengono l’ IVA). I prezzi dei prodotti non contengono il prezzo della consegna, che è precisato nel listino prezzi consegna.

Il Venditore non dà all’ Acquirente una garanzia di cui all’ art. 577 della Legge codice civile, ma informa sulle garanzie date da persone terze per i prodotti che si trovano nel negozio.

La conferma, condivisione, fissaggio e assicurazione di tutte le decisioni importanti del contratto con lo scopo di poter accedere a queste informazioni nel futuro si svolge in forma di:

Conferma dell’ ordine che avviene inviando all’ indirizzo e-mail indicato: ordine, fattura pro forma, informazioni sul diritto di recesso dal contratto, il presente regolamento in formato pdf, il modulo di recesso dal contratto in formato pdf, il link per scaricare il regolamento e il modello di recesso dal contratto;

allegato all’ ordine realizzato, spedito all’ indicato posto di rilascio merce, stampati: prova d’ acquisto, informazioni sul diritto di recesso dal contratto, il presente regolamento, il modulo di recesso dal contratto.

Il Venditore non richiede alcun pagamento per la comunicazione con lui tramite i mezzi di comunicazione a distanza. L’ Acquirente pagherà soltanto i costi che risultano dal contratto che ha concluso con una persona terza che fornisce servizi permettenti il contatto a distanza.

Il Venditore garantisce all’ Acquirente che utilizza il sistema che il negozio funzionerà correttamente nei seguenti web browser: IE versione 7 o più recente, FireFox versione 3 o più recente, Opera versione 9 o più recente, Chrome versione 10 o più recente, Safari con installate le più recenti versioni di JAVA e FLASH su schermi con risoluzione orizzontale sopra 1024 px. L’ uso di software di ditte terze con lo scopo di migliorare il funzionamento e la funzionalità dei web browser: Internet Explorer, FireFox, Opera, Chrome, Safari può influenzare la visualizzazione corretta del negozio, per questo motivo per ottenere la piena funzionalità del negozio SOXO.pl, è necessario disattivarli tutti.

L’ Acquirente può scegliere l’ opzione di memorizzare i suoi dati nel negozio per facilitare il processo nel prossimo ordine. Per farlo l’ Acquirente deve inserire il suo login e password, necessari per avere accesso al suo account. Il login e la password sono una serie di caratteri dati dall’ Acquirente, che è obbligato a tenerli in segreto e proteggerli dall’ accesso non autorizzato di persone terze. L’ Acquirente può in ogni momento vedere, correggere e aggiornare i dati o rimuovere l’ account dal negozio.

Il Venditore segue il Codice di buona pratica.

 

§3 Conclusione e realizzazione del contratto

 

Gli ordini possono essere fatti 24 ore su 24.

Per fare un ordine l’ Acquirente deve eseguire almeno i seguenti passaggi, tra i quali parte di essi può essere ripetuta più di una volta.

aggiunta della merce al cestino;

scelta del tipo di consegna;

scelta della modalità di pagamento;

scelta del posto di rilascio merce;

ordine di merce nel negozio cliccando sul pulsante “Ordino con l’ obbligo di pagamento”.

La conclusione del contratto con il Consumatore avviene nel momento in cui l’ ordine viene effettuato.

La realizzazione dell’ ordine del Consumatore pagato alla consegna avviene immediatamente, e dell’ ordine pagato tramite versamento o attraverso il sistema di pagamento elettronico, dopo la contabilizzazione del pagamento del Consumatore sul conto bancario del Venditore.

La conclusione del contratto con il Cliente avviene nel momento in cui il Venditore riceve l’ ordine, della qual cosa il Cliente viene informato entro 48 ore da quando l’ ordine è stato effettuato.

La realizzazione dell’ ordine del Consumatore pagato alla consegna avviene immediatamente, e dell’ ordine pagato tramite versamento o attraverso il sistema di pagamento elettronico dopo la contabilizzazione del pagamento del Consumatore sul conto bancario del Venditore.

La realizzazione dell’ ordine fatto dal Cliente può dipendere dal fatto di aver effettuato il pagamento per una parte o per tutto il valore dell’ ordine o dal fatto di aver ottenuto un limite di credito commerciale come minimo del valore corrispondente al valore dell’ ordine o il consenso del Venditore per la spedizione dell’ ordine con pagamento alla consegna.

L’ invio dell’ oggetto del contratto avviene nel termine specificato nella scheda prodotto, e per ordini composti da molti prodotti, nel termine più lungo di tutti quelli specificati nelle schede prodotto. Il termine decorre dal momento in cui l’ ordine è stato realizzato.

L’ acquistato oggetto del contratto insieme al documento di vendita scelto dall’ Acquirente vengono spediti usando il tipo di consegna scelto dall’ Acquirente all’ indicato dall’ Acquirente posto di rilascio merce insieme ad altri allegati di cui al §2 n. 6b.

 

§4 Diritto di recesso dal contratto

 

Il Consumatore ha in base all’ art. 27 dei Diritti dei consumatori il diritto di recesso dal contratto concluso a distanza senza specificare il motivo e senza sostenere alcuni costi, tranne i costi di cui all’ art. 33, art. 34 dei Diritti dei consumatori.

Il termine per il recesso dal contratto concluso a distanza ha la durata di 14 giorni dal momento di rilascio merce, e per rispettare la scadenza basta spedire una dichiarazione prima della fine del termine.

Il Consumatore può dichiarare il recesso dal contratto usando il modulo nell’ allegato n. 2 dei Diritti dei consumatori, il modulo disponibile all’ indirizzo http://soxo.pl/odstapienie-od-umowy.pdf o un altra forma scritta compatibile con i Diritti dei consumatori.

Il Venditore esclude la possibilità di dichiarare il recesso dal contratto in forma non scritta.

Il Venditore confermerà immediatamente al Consumatore di aver ricevuto la dichiarazione di recesso dal contratto con una e-mail (all’ indirizzo dato durante la conclusione del contratto e o un altro se questo è stato dato nella dichiarazione).

In caso di recesso dal contratto, il contratto è considerato non concluso.

Il Consumatore è obbligato a restituire la merce al Venditore immediatamente, entro 14 giorni dalla dichiarazione di recesso dal contratto. Per rispettare la scadenza basta rimandare la merce prima della fine del termine.

Il Consumatore rimanda la merce che era oggetto del contratto, dal quale ha receduto a proprio costo e rischio.

Il Consumatore non sostiene i costi della consegna di contenuti digitali, che non sono memorizzati su un supporto materiale, se non ha accettato di soddisfare le condizioni prima della scadenza del termine per il recesso dal contratto o non è stato informato sulla perdita del suo diritto di recesso dal contratto nel momento in cui ha accettato di soddisfare le condizioni o l’ imprenditore non ha effettuato la consegna secondo l’ art. 15 n. 1 e l’ art. 21 n. 1 dei Diritti dei consumatori.

Il Consumatore si assume la responsabilità per una eventuale riduzione del valore della merce che è oggetto del contratto, risultante dall’ uso della merce al di là di quanto necessario per stabilire il carattere, le caratteristiche e il funzionamento della merce.

Il Venditore restituirà al Consumatore immediatamente, entro 14 giorni dal giorno in qui ha ottenuto dal Consumatore la dichiarazione di recesso dal contratto, tutti i pagamenti, insieme ai costi di consegna della merce, e se il Consumatore ha scelto un altro tipo di consegna che non è il tipo normale, più economico offerto dal Venditore, il Venditore non restituirà al Consumatore i costi aggiuntivi di cui all’ art. 33 dei Diritti dei Consumatori.

Il Venditore rimborserà il pagamento utilizzando lo stesso metodo di pagamento che ha usato il Consumatore, a meno che il Consumatore non abbia chiaramente espresso il suo consenso per un altro metodo di pagamento, che non gli procurerà altri costi.

Il Venditore può astenersi dal rimborso del pagamento ottenuto dal Consumatore fino al momento in cui otterrà la restituzione della merce o il Consumatore gli consegnerà prova di averla rimandata, a seconda di quale di queste due situazioni avverrà prima.

Secondo l’ art. 38 dei Diritti dei Consumatori il Consumatore non ha il diritto di recesso da un contratto:

in cui il prezzo o retribuzione dipendono dalle fluttuazioni del mercato, sulle quali il Venditore non ha controllo e che possono occorrere prima della scadenza del termine per la recessione dal contratto;

in cui l’ oggetto delle prestazioni è una merce non prefabbricata, prodotta secondo la specificazione del consumatore o apposta per soddisfare le sue esigenze individuali;

in cui l’ oggetto delle prestazioni è una merce deperibile o che ha un corto termine di scadenza;

in cui l’ oggetto delle prestazioni è una merce consegnata in confezione sigillata che per motivi di protezione della salute o per motivi di igiene non può essere restituita dopo l’ apertura della confezione, se la confezione è stata aperta dopo la consegna;

in cui l’ oggetto delle prestazioni sono merci che dopo la consegna, a causa della loro natura, sono inseparabilmente legate con altre merci;

in cui l’ oggetto delle prestazioni sono registrazioni audio o video o programmi consegnati in una confezione sigillata, se la confezione è stata aperta dopo la consegna;

per la consegna di un contenuto digitale che non è memorizzato su un supporto materiale, se l’ esecuzione della disposizione è stata cominciata da un chiaro assenso del Consumatore prima della scadenza del termine per la recessione dal contratto e dopo che il Venditore lo ha informato della perdita del diritto di recesso dal contratto;

per la consegna di giornali, periodici o riviste, con l’ eccezione di contratti di abbonamento.

 

§5 Garanzia

 

Il Venditore, in base all’ art. 558 §1 del Codice civile, esclude completamente la responsabilità in termini di difetti fisici e legali (garanzia) nei confronti dei Clienti.

Il Venditore si assume la responsabilità per i difetti nei confronti del Consumatore (garanzia) in base all’ art. 556 del Codice civile e articoli seguenti.

In caso di un contratto con il Consumatore se il difetto fisico è stato dichiarato entro un anno dal momento di rilascio merce, si presume che esisteva al momento in cui il pericolo è passato al Consumatore.

Se la merce venduta è difettosa, il Consumatore può:

fare una dichiarazione in merito alla richiesta di ridurre i prezzi;

presentare una dichiarazione di recesso dal contratto;

a meno che il Venditore non cambierà immediatamente e senza eccessivi disagi per il Consumatore la merce difettosa per una merce priva di difetti oppure rimoverà il difetto. Se invece la merce era già stata cambiata o riparata dal Venditore oppure il Venditore non ha soddisfatto l’ obbligo di cambiare la merce per una priva di difetti o di rimuovere il difetto, non gli è concesso il diritto di scambio merce o rimozione del difetto.

Il Consumatore può richiedere il cambio invece della rimozione del difetto suggerita dal Venditore oppure invece del cambio richiedere la rimozione del difetto, a meno che non sia impossibile portare la merce alla compatibilità con il contratto nel modo scelto dal Consumatore oppure richiederebbe costi eccessivi rispetto al metodo proposto dal Venditore. Valutando se i costi sono eccessivi si prendono in conto il valore della merce priva di difetti, il tipo e il significato del difetto dichiarato. Si prendono anche in conto i disagi a cui potrebbe essere esposto il Consumatore in caso di un altro modo di soddisfazione.

Il Consumatore non può recedere dal contratto se il difetto è irrilevante.

Se la merce venduta ha un difetto il Consumatore può anche:

richiedere il cambio della merce per una merce priva di difetti;

richiedere la rimozione del difetto.

Il Venditore è obbligato a cambiare la merce difettosa per una priva di difetti oppure rimuovere il difetto entro un termine ragionevole e senza eccessivi disagi per il Consumatore.

Il Venditore può rifiutare di soddisfare la richiesta del Consumatore se portare la merce alla compatibilità con il contratto nel modo scelto dal compratore è impossibile oppure se nei confronti con un altro possibile modo richiedesse costi eccessivi.

Nel caso in cui la merce difettosa sia stata montata il Consumatore può richiedere al Venditore lo smontaggio e il rimontaggio dopo il cambio per una merce priva di difetti o la rimozione del difetto, però è obbligato ad affrontare parte dei costi connessi che superano il prezzo della merce venduta oppure può richiedere al Venditore il pagamento di una parte dei costi dello smontaggio e del rimontaggio che non superano il prezzo della merce venduta. In caso di mancato adempimento del dovere da parte del Venditore, il Consumatore è autorizzato a svolgere queste attività a costo e rischio del Venditore.

Il Consumatore che usa i suoi privilegi risultanti dalla garanzia, è obbligato a consegnare la merce difettosa all’ indirizzo reclami a spese del Venditore e se per via della grandezza o il modo di montaggio della merce la consegna da parte del Consumatore sarebbe troppo difficile, il Consumatore è obbligato a dare al Venditore l’ accesso alla merce nel posto in cui si trova. In caso di mancato adempimento del dovere da parte del Venditore il Consumatore è autorizzato a rimandare la marce a spese e rischio del Venditore.

Le spese di sostituzione o riparazione sono a carico del Venditore, ad eccezione di quanto descritto al § 4 punto 10.

Il Venditore è obbligato ad accettare la merce difettosa dal Consumatore in caso di cambio della merce per una altra, priva di difetti o in caso di recesso dal contratto.

Entro 14 giorni il Venditore darà la sua risposta riguardo la:

dichiarazione in merito alla richiesta di ridurre i prezzi;

dichiarazione di recesso dal contratto;

richiesta di cambio della merce per un’ altra, priva di difetti;

richiesta di rimozione del difetto.

In caso contrario, si ritiene che ha considerato ragionevole la dichiarazione o la richiesta del Consumatore.

Il Venditore risponde alla chiamata di garanzia se il difetto fisico è stato dichiarato entro due anni dal momento di rilascio merce al Consumatore, e se la merce venduta è usata, entro un anno dal momento di rilascio merce al Consumatore.

La richiesta del Consumatore di rimuovere i difetti o cambiare la merce venduta per un’ altra, priva di difetti scade dopo un anno dal momento di dichiarazione del difetto, ma non prima di due anni dal momento di rilascio merce al Consumatore e se la merce venduta è usata non prima di un anno dal momento di rilascio merce al Consumatore.

Nel caso in cui il termine di scadenza della merce dato dal Venditore o il produttore scada dopo due anni dal momento di rilascio merce al Consumatore, il Venditore risponde alla chiamata di garanzia in caso di difetti fisici della merce dichiarati entro questo termine.

Entro i termini di cui al §4 punti 15-17 il Consumatore può fare una dichiarazione di recesso dal contratto o di richiesta di ridurre i prezzi a causa di merce difettosa venduta e se il Consumatore ha richiesto il cambio della merce per un’ altra, priva di difetti o la rimozione del difetto, il termine per fare una dichiarazione di recesso dal contratto o di richiesta di ridurre i prezzi inizia nel momento della scadenza inefficace del termine per il cambio di merce o rimozione del difetto.

In caso di una rivendicazione dei diritti del Consumatore dovuti alla garanzia dinanzi a un tribunale o un tribunale arbitrale il termine per l’ attuazione degli altri diritti del Consumatore risultanti dalla garanzia viene sospeso fino alla conclusione definitiva del procedimento. Rispettivamente si applica anche ai procedimenti di mediazione dove il termine per l’ attuazione degli altri diritti del Consumatore risultanti dalla garanzia (diritti previsti dalla garanzia) comincia dalla data in cui il tribunale ha rifiuto di approvare la transazione conclusa davanti a un mediatore o dalla chiusura inefficace della mediazione.

Per l’ attuazione dei diritti risultanti dalla garanzia per i difetti legali della merce venduta si usa § 4, punti 15-16 prendendo in considerazione che il termine comincia dalla data in cui il Consumatore ha saputo del difetto, e se il Consumatore ne è appena venuto a conoscenza a causa di un’ azione legale di una persona terza – dalla data in cui la sentenza emessa nella lite con la persona terza ha assunto validità.

Se per via di un difetto della merce il Consumatore ha fatto una dichiarazione di recesso dal contratto o una dichiarazione in merito alla richiesta di ridurre i prezzi, può chiedere il risarcimento del danno subito a causa di aver concluso il contratto senza sapere dei difetti, anche quando il danno è una conseguenza di circostanze delle quali il Venditore non è responsabile. In particolare potrà richiedere il rimborso dei costi della conclusione del contratto, i costi del ritiro, trasporto, stoccaggio e assicurazione delle merci, il rimborso delle spese nella misura in cui non ha avuto profitti dalla merce e non ha ricevuto il rimborso da una persona terza e il rimborso dei costi del processo. Ciò non pregiudica l’ obbligo di legge di risarcimento del danno secondo i principi generali.

La scadenza del termine per la dichiarazione del difetto non esclude l’ attuazione dei diritti risultanti dalla garanzia se il Venditore lo ha volutamente nascosto.

 

§6 Politica per la privacy e sicurezza dei dati personali

 

L’ amministratore delle basi di dati personali dei Consumatori del negozio è il Venditore.

Il Venditore si obbliga di proteggere i dati personali di cui alla Legge sulla protezione dei dati personali del 29 agosto 1997 e alla Legge sui servizi prestati per via elettronica del 18 luglio 2002. L’ Acquirente facendo un ordine mette a disposizione del Venditore i suoi dati personali e quindi dà il consenso al loro trattamento da parte del Venditore con lo scopo di realizzare l’ ordine dell’ Acquirente. L’ Acquirente può in ogni momento vedere, correggere, aggiornare o eliminare i suoi dati personali.

Le regole dettagliate sulla raccolta, trattamento e stoccaggio dei dati personali usati dal negozio con lo scopo di realizzare gli ordini sono state descritte nella Politica per la privacy, che si trova sul sito http://soxo.pl/Polityka-Prywatnosci-cabout-pol-15.html

 

§7 Disposizioni finali

 

Nessuna delle disposizioni di questo regolamento non ha lo scopo di violare i diritti dell’ Acquirente. Non può nemmeno essere interpretata in questo modo perche in caso di incompatibilità di qualsiasi parte del regolamento con la legge applicabile, il Venditore dichiara di rispettare assolutamente quella legge al posto del contestato punto del regolamento.

Gli Acquirenti registrati nel negozio saranno informati su tutte le modifiche nel regolamento e nel suo campo di applicazione per via elettronica, all’ indirizzo e-mail dato alla registrazione o facendo l’ ordine. L’ informazione verrà spedita almeno 30 giorni prima dell’ entrata in vigore del nuovo regolamento. Tutti i cambiamenti saranno introdotti per adattare il regolamento alla vigente situazione giuridica.

La versione attuale del regolamento è sempre disponibile per l’ Acquirente nella scheda regolamento (http://soxo.pl/Regulamin-cterms-pol-61.html). Durante la realizzazione dell’ ordine e per tutto il periodo di cura dopo la vendita l’ Acquirente è soggetto al regolamento che ha accettato facendo l’ ordine. A meno che il Consumatore non lo consideri meno favorevole dell’ attuale e non informi il Venditore di averlo scelto come vigente.

Nelle situazioni non regolate da questo regolamento si applicano adatte leggi vigenti. Le questioni polemiche, se il Consumatore esprime una tale volontà, si risolvono in corso di un procedimento di mediazione o dinanzi a un tribunale arbitrale. In fine, la questione viene risolta dalle autorità giudiziarie competenti.

Questo sito utilizza i cookies per fornire servizi in linea con la politica per i cookie. È possibile specificare le condizioni per lo stoccaggio o l'accesso ai cookie nel tuo browser.
Chiudere
pixel